Dr. Angelo  Carella

Dr. Angelo Carella

Ematologo

Ematologia, Oncologia medica

Curriculum

Il dottor Angelo Carella è consulente ematologo presso la Casa di Cura la Madonnina. È specialista riconosciuto ad “alto livello internazionale.

Si laurea in Medicina all’Università degli studi di Genova nel 1972, dove nel 1978 consegue la specializzazione in Oncologia Medica. 

Nel 1981 si specializza anche in ematologia clinica e di Laboratorio, mentre nel 1983 sostiene l’esame per l’idoneità a Primario di Ematologia.

 

Dal 1973 al 1993 è, prima assistente medico, poi aiuto di ruolo all’Ospedale San Pier d’Arena a Genova.

Dal 1994 è dirigente Medico di I Livello. Dal 1991 al 1997 è professore a Contratto presso la Scuola di Specializzazione della Cattedra di Ematologia dell’Università degli Studi di Parma.

Dal 1997 al 2013 è professore a Contratto presso la Scuola di Specializzazione  della 

della Cattedra di Ematologia dell’Università degli Studi di Genova.

Dal 2001 al 2004 è primario della divisione di Ematologia e Centro Trapianti di Midollo Osseo e direttore del dipartimento di Onco/Ematologia presso l’IRCCS Casa Sollievo della Sofferenza di Foggia. 

Dal 2005 al 2016 è invece direttore della Divisione di  Ematologia I e Centro Trapianti di Midollo dell’Azienda Ospedaliera IRCCS AOU San Martino-IST di Genova. 

Ha partecipato attivamente alla realizzazione del primo trapianto allogenico in Italia nel 1974 e ha effettuato il primo trapianto Autologo in Europa nel 1979. 

 

È stato tra i primi al mondo a studiare l’idarubicina nelle leucemie acute, mettendo a punto nel 1985 il protocollo ICE (Idarubicina, Citarabina ed Etoposide) nella terapia delle leucemia mieloide acuta, attualmente utilizzato a livello internazionale.

Ha dimostrato, per la prima volta, la presenza di cellule staminali normali nel sangue periferico di pazienti con leucemia mieloide cronica dopo terapia mieloblastolitica. Le stesse cellule sono state utilizzate come “rescue” dopo alte dosi di chemioterapia (Autotrapianto) (Journal of Clinical Oncology 1997; Blood 1999).

Ha dimostrato per primo l’importanza del trapianto allogenico non-mieloablativo (RICT) (Haematologica 1998, Bone Marrow Transplantation 2001, Blood 2010). 

Da allora tale procedura è utilizzata in tutto il mondo e nella grande maggioranza dei pazienti che devono ricevere un Trapianto Allogenico.

È stato il primo ad utilizzare il “Double Transplant” (Autotrapianto seguito da trapianto Allogenico non-mieloablativo - RICT) nel carcinoma metastatico della mammella e nelle emopatie ad alto rischio. 

Ha dimostrato in uno studio randomizzato internazionale nel Linfoma di Hodgkin ad alto rischio la non inferiorità della terapia convenzionale rispetto alla stessa terapia seguita da Autotrapianto.

Ha dimostrato che in pazienti ad alto rischio di Leucemia Mieloide Cronica possano essere presenti mutazioni del BCR-ABL già alla diagnosi. A seguito di tale scoperta ha recentemente pubblicato un’ipotesi di terapia innovativa (Annals of Hematology 2010).

 

È stato Membro delle seguenti Società Scientifiche:

  • American Society of Clinical Oncology – ASCO; 

  • American Society of Hematology – ASH; 

  • European Blood and Marrow Transplantation –  EBMT; 

  • European Haematology Association – EHA; 

  • European School of Hematology – ESH; 

  • International Society for Experimental Hematology – SIE; 

  • Società  Italiana di Ematologia Sperimentale – SIES; 

  • The New England Cancer Society – Honorary Member: è uno dei fondatori dell’ International Workshop on Non-Myeloablative Stem Cell Transplantation – IWNST 

Recentemente ha pubblicato un Editoriale sulla Leucemia Mieloide cronica in collaborazione con Michael Mauro (N.York) e X.Mahon (Bordeaux) sulla rivista europea di Ematologia (HAEMATOLOGICA) e successivamente una “Review Article” sul Linfoma di Hodgkin in collaborazione con P. Corradini, U.Vitolo sulla Rivista Tedesca di Ematologia (Annals of Hematology).

Ha fatto parte dell’Editorial Board ed è reviewer per molteplici riviste scientifiche nazionali e internazionali. 

È stato associate Editor della rivista Hematological Oncology  ed è co-editore:

  • del volume: “Chronic Myeloid Leukemia. Biology and Treatment” (Martin Dunitz),

  • del volume ”Bone Marrow Transplantation” (Martin Dunitz)

  • del volume “International Conference on Haematopoietic Stem cell Biology” and Transplantation (ESH,EUROCORD)

È editore di: 

  • Autologous Stem Cell transplantation (Harwood Academic Publishers)

Ricopre le cariche inoltre di:

  • Responsabile per i trapianti del Gruppo Italiano per lo Studio dei Linfomi – GISL

  • Membro Comitato Scientifico dell’Intergruppo Italiano Linfomi – F.I.L.

  • Presidente del Congresso Europeo per i trapianti (EBMT Courmayeur, 1996).

  • Presidente del Congresso Internazionale di Ematologia Sperimentale (ISEH Montecarlo, 1999)

  • Presidente insieme a PL Zinzani del Meeting Educazionale Post-ASH che si organizza ogni anno dal 2008 e che vede la partecipazione di oltre 700 Ematologi Italiani.

  • Presidente del “Postgraduate Lymphoma Conference“ dove partecipano ogni anno i massimi Esperti Internazionali dei Linfomi.

  • Scientific Coordinator del ”Postgraduate Leukemia Conference”, cui partecipano i più importanti esperti di biologia e terapia delle leucemie acute e croniche e delle sindromi mieloproliferative.

  • Presidente dell’Associazione Ricerche Emato-Oncologiche (AREO)

È Cavaliere della Repubblica e gli è stata recentemente offerta Lettura e Targa dalla Fondazione Italiana Linfomi per la sua intensa attività scientifica nei Linfomi.A febbraio 2019 gli è stato conferito a Mannheim in Germania il "MERIT AWARD" dal gruppo Europeo della ricerca sulle Leucemie (LEUKEMIANET Group)  durante la riunione plenaria.



 

Lingue Parlate

  • Inglese
  • Italiano